GENERATORI DI OZONO PER SANIFICAZIONE AD USO PROFESSIONALE

d1qjd9c-998d155c-e0f0-40fb-b28c-a470e15dc0d6

DISINFETTA CON L’OZONO

 

SANIFICAZIONE E DECONTAMINAZIONE LOCALI COMMERCIALI E DOMESTICI

SANIFICAZIONE ABITACOLO AUTOMEZZI
SANIFICAZIONE ABITI
DISINFEZIONE CONTRO VIRUS E BATTERI

PURIFICATORI ARIA OZONO

Cos’è?
L’Ossigeno Attivo, meglio conosciuto come Ozono (O3), è una forma particolare dell’Ossigeno. Le sue molecole sono formate da tre atomi di Ossigeno. Ha un caratteristico odore pungente, lo stesso che a volte si sente dopo un temporale (quel profumo di aria frizzantina), dovuto proprio all’Ozono prodotto dalle scariche dei fulmini. Si trova in enormi quantità attorno alla Terra e, grazie alla sua capacità di assorbire i raggi Ultravioletti, ci protegge dalle radiazioni del Sole. Inoltre, proprio per quell’atomo “in più”, l’Ossigeno Attivo è estremamente efficace per la sanificazione, in quanto reagisce con la materia organica scomponendo e distruggendo le membrane cellulari di batteri, funghi e muffe, ha poi la capacità di inattivare i Virus, di eliminare gli odori e di ossidare e neutralizzare diverse sostanze chimiche.

Che caratteristiche ha?

Si presenta in forma gassosa.
Possiede un elevato potere ossidante, essendo una molecola fortemente instabile.
Ha la capacità di degradare composti organici complessi non biodegradabili.
Potente azione disinfettante ad ampio spettro d’azione.
Può essere utilizzato per la disinfezione dell’acqua perchè non lascia odore né sapore.
Contrariamente ad altri disinfettanti (come il Cloro), non lascia residui.
Dopo 20 minuti, l’O3 si trasforma in Ossigeno e non richiede trattamenti di eliminazione.

AVVERTENZA: Per la sanificazione utilizzare in assenza di Persone ed Animali all’interno dell’ambiente da trattare.

Utilizzo del Generatore di Ozono per la sanificazione degli ambienti:

  1. Impostare un tempo di erogazione consono ai metri cubi da trattare ed all’apparecchio che si sta utilizzando, tenendo come parametro per la sanificazione, 1 grammo/ora di Ozono per 40 metri cubi/ora da sanificare, quindi, ad esempio con un generatore da 1 grammo/ora, avvieremo 1 ciclo da 30 minuti per sanificare 20 metri cubi.
  2. Al termine del ciclo di erogazione dell’ozono, il generatore si fermerà da solo.
  3. Lasciare agire l’Ozono in saturazione nell’ambiente per almeno 30 minuti (vedi tabella con i tempi di contatto)
  4. Ora possiamo arieggiare. Se non è possibile arieggiare, dovremo attendere un paio d’ore prima di poter rientrare nella stanza, lasciando che l’ozono si riconverta in ossigeno (per le macchine della serie RE>OXY, a questo punto partirà il ciclo di catalizzazione che permette di riconvertire l’Ozono in Ossigeno in tempi più brevi).Utilizzo del Generatore di Ozono per la deodorizzazione e purificazione dell’aria:
    1. Impostare un tempo di erogazione consono ai metri cubi da trattare ed all’apparecchio che si sta utilizzando, tenendo come parametro per la deodorizzazione, 1 grammo/ora di Ozono per 120 metri cubi/ora da deodorare, quindi, ad esempio con un generatore da 1 grammo/ora, avvieremo 1 ciclo da 10 minuti per sanificare 20 metri cubi.
    2. Si potrà sostare nell’ambiente durante il ciclo di deodorizzazione, in quanto la concentrazione di Ozono non dovrà raggiungere livelli tali da risultare nocivo per la Salute, si potrà comunque arieggiare al termine del ciclo.Utilizzo del Generatore di Ozono per la disinfezione con acqua:I modelli ARIA-ACQUA della Serie TO>>GO, sono dotati di un tubicino flessibile in silicone da dove viene erogato l’Ozono durante i cicli di funzionamento, questo tubicino potrà essere inserito in un recipiente d’acqua per addizionarla di Ozono, l’acqua così ottenuta avrà un elevato potere sanificante e potrà essere utilizzata per il lavaggio o la sanificazione di superfici ed oggetti o, addirittura di alimenti, quali ad esempio, frutta e verdura.
      1. Inserire il tubicino dentro ad un recipiente d’acqua ed avviare un programma breve di erogazione, massimo di 15 minuti.
      2. Se dovesse dar fastidio l’odore dell’ozono, aprire una finestra o una porta in modo che si disperda e non saturi la stanza dove si sta eseguendo la procedura
      3. Inserire nell’acqua ciò che dobbiamo sanificare e lasciar agire l’ozono almeno 30 minuti.
      4. Se si utilizza l’acqua per lavare le superfici, non asciugare meccanicamente, ma lasciar evaporare l’acqua, in modo che l’ozono abbia il tempo per sanificare

 Le nostre apparecchiature commercializzate sono conformi a:

  • D.P.R. 303/56 – D. Lgs. 626/94
  • Ministero della Sanità – protocollo n. 24482 del 31luglio 1996
  • Direttiva 2014/30/UE e s.m.i.
  • Direttiva 2014/35/UE e s.m.i.

e in particolare soddisfa le norme armonizzate:

  • EN60335-1 e successive modifiche;
  • EN55014-1 e successive modifiche;
  • EN55014-2 e successive modifiche;
  • EN61000-3-2 e successive modifiche;
  • EN61000-3-3 e successive modifiche.

L’ Ozono prodotto è conforme a:

Protocollo n. 24482 del 07/1996 del Min. Sanità Italiana Reg. UE N.528/2012 (Regolamento sui biocidi)

L’apparecchio è inoltre costruito secondo le prescrizioni del D.Lgs 81/2008 “sicurezza nell’ambiente di lavoro”.
Regolamento CE 466/2001 ed ottempera alle prescrizioni 16/03/2001 ITL 77/1 GU delle Comunità Europee:

  • Compatibilità elettromagnetica Direttiva EMC CEE 89/36 e succ. modifiche
  • Sicurezza elettrica direttiva bassa tensione LVD 77/23 e succ. Modifiche
  • CEI EN 55014-1(1998)
  • CEIEN 61000-3-3 (1997)
  • CEI EN 60335-2-65 (1997/11)
  • CEI EN 6100-3-2 1995
  • CEI EN 55014-2 (1998)
  • CEI EN 60335-1(1995)

AVVERTENZA IMPORTANTE

L’ozono è una sostanza altamente ossidante e nociva se inalata. Da utilizzare per la sanificazione, esclusivamente in assenza di persone o animali nell’ambiente da trattare.

L’ozono è irritante a livello fisiologico e può causare intossicazione se inalato. Lo stress fisico e l’aumento della temperatura aumentano la sensibilità all’ozono, rendendolo tossico anche a concentrazioni inferiori.

L’ozono è irritante principalmente per le vie respiratorie (> di 0,3 ppm), leggermente per gli occhi e raramente per la pelle.
Utilizzare sempre l’apposita maschera di respirazione per accedere alle aree con alta concentrazione di ozono (> 0,3 ppm). In mancanza della maschera respirare lentamente, per breve tempo, attraverso un panno bagnato.

L’ozono inizia a decadere e a riconvertirsi in ossigeno all’incirca dopo 20 minuti da quando è stato generato. Attendere 3/4 ore prima di entrare negli ambienti trattati ed arieggiare prima di soggiornarvi

Visualizzazione di 20 risultati

Visualizzazione di 20 risultati